VR COASTER: la nuova frontiera del divertimento!

VR COASTER: la nuova frontiera del divertimento!

Una novità che sta catturando l’attenzione di molti appassionati di parchi divertimento arriva dalla Germania ed è targata Mack Rides, azienda a conduzione famigliare leader nel settore e già proprietaria del parco tedesco Europa Park (secondo parco europeo dopo Disneyland Paris per numero di visitatori).

Questo percorso, iniziato nei primi mesi del 2014, come progetto di ricerca sperimentale dell’Università di Scienze Applicate di Kaiserslautern e adottato con entusiasmo dall’azienda teutonica, ha mostrato subito tutte le sue potenzialità e la sua realizzazione ha cominciato a produrre i propri frutti in breve tempo: si tratta di sostituire l’ambiente reale che circonda un con un paesaggio virtuale sincronizzato.

1

(Foto © di vr-coaster.com)

Ovvero, indossando un visore per la realtà aumentata sarà possibile vivere un’esperienza davvero unica: sfruttando la conformazione del percorso della singola attrazione, il team di sviluppatori del progetto, crea una sorta di video avventura. Per rendere l’idea, è un po’come andare al cinema 4d, solamente che qui si parla di installarlo su attrazioni che raggiungono tranquillamente i 100 km/h e che compiono inversioni reali.

Le sensazioni del passeggero sono quindi “viziate”: vive una realtà fisicamente, ma ne assapora un’altra che gli viene propinata attraverso il dispositivo. Questo permette innanzitutto di attenuare la paura che può presentarsi durante la lift iniziale, e di amplificare le emozioni durante il tracciato, in quanto, non essendo visibile il percorso, i movimenti dell’attrazione sono solamente intuibili: mentre nella classica percorrenza del coaster, il passeggero ha di fronte agli occhi le rotaie e può così conoscere esattamente quale sarà il percorso che sta per affrontare, quando si vive la realtà aumentata, non vi sono binari a vista e il mezzo di trasporto che “vi ospita” (che può essere un’astronave, un drago, una carrozza, una libellula ecc..) potrebbe optare per un’inversione all’ultimo secondo dovuta alla comparsa di un ostacolo inaspettato sul proprio percorso.

2

(Foto © di epfans.info)

In queste immagini vediamo come la carrozza sarà costretta a cambiare repentinamente direzione per la comparsa del mostro. L’utente può intuire quindi quale sarà la nuova direzione, ma non svela del tutto quale sarà l’effettiva traiettoria (che è quella della foto in basso).

Queste circostanze producono un effetto sorpresa e amplificano la percezione della forza G che il nostro corpo prova in viaggio sui rollercoaster.

Si tratta di un brevetto in attesa di approvazione che permetterebbe di sincronizzare qualsiasi dispositivo per la realtà aumentata con i dati del coaster di riferimento; questo permetterebbe agli ospiti del parco di poter usufruire del proprio visore, migliorando anche il profilo igienico dell’esperienza.

Inoltre, anche a livello di manutenzione, i problemi consueti si ridurrebbero notevolmente: non occorre più creare una intricatissima rete di cavi, ma è sufficiente l’installazione di un piccolo trasmettitore a bordo delle vetture dell’attrazione.

Questo trasmettitore va a sincronizzarsi con i dispositivi per la realtà aumentata dell’ospite che, attraverso l’app preposta, seleziona l’esperienza che vuole vivere.

3

(Immagine © di vr-coaster.com)

Finora sono stati utilizzati il Gear VR della Samsung (prodotto Oculus) e Hololens della Microsoft e hanno già dimostrato l’enorme potenziale di questo progetto.

4

(Foto © di vr-coaster.com)

In un secondo tempo invece è prevista una versione giocabile, ovvero, attraverso dei comandi situati sulle maniglie di protezione del coaster, si potrà interagire nella realtà virtuale: immaginate quindi di sfrecciare nello spazio a bordo della vostra astronave e di ingaggiare una lotta all’ultimo sangue contro i terrificanti alieni che tentano di invadere la terra . Sono previsti addirittura dei feedback a livello fisico rilasciati dal sedile, quali ad esempio, la vibrazione dello stesso in corrispondenza di un’esplosione o di un attacco da parte del vostro nemico. Insomma, pare che anche in questo caso la Mack andrà ad influenzare in maniera decisiva il panorama dei parchi divertimento a livello mondiale.

5

(Foto © di vr-coaster.com)

Sappiamo che all’Europa Park stanno effettuando i test e a breve renderanno disponibile questo prodotto ai propri ospiti. Sui canali Youtube VR COASTER e GAMESMOLD è possibile vedere alcune demo sviluppate principalmente dagli studenti coinvolti nel progetto e sviluppate sul percorso dei coaster dell’Europa Park che sono stati messi a disposizione per la ricerca (Il launched coaster Blu Fire e lo Junior Coaster Pegasus) in cui sono presenti sia le immagini dell’avventura studiata per la realtà aumentata che l’effettivo percorso che effettua l’attrazione.

La Mack Rides sottolinea come sia possibile equipaggiare ogni attrazione con questa nuova tecnologia. L’unica installazione in Italia di loro costruzione è il powered coaster Rexplorer (al secolo Explorer) di Mirabilandia; speriamo il parco romagnolo, data la precedente collaborazione, possa importare a breve questa novità.

Sicuramente per la mia visita annuale (che sarà il 1ºGiugno) questa meraviglia non sarà ancora attiva. Se annunceranno il rilascio entro l’estate, si potrà pensare di andare a testarlo in autunno, magari nel periodo di Halloween. Incrocio le dita!

Seguiteci su Facebook e Instagram per non perdervi le immagini live dai parchi; iscrivetevi al nostro canale Youtube per vedere i video delle nostre avventure.

#unavitaatestaingiu



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *